• Lisa Bonsignori

GIAPPONE - Chiara&Jurgen

Aggiornamento: 19 set 2020



Destinazione: Giappone

Data matrimonio: 2 settembre 2017

Data viaggio: 6 novembre 2017

Durata viaggio: 14 giorni

Partenza da: Firenze

Numero voli presi: 5

Numero hotel nei quali hanno dormito: 9






Prima del viaggio:

Quando siete venuti in agenzia, avevate già le idee chiare sulla destinazione o vi siete fatti consigliare da una nostra agente?

Avevamo già le idee chiarissime, andare in Giappone era il nostro sogno! Lisa è riuscita a concretizzarle consigliandoci l’itinerario adatto.

Perché avete scelto questa destinazione? 

Io (Chiara) ho sempre amato il Giappone, ho letto tanti romanzi di autori giapponesi e le atmosfere del Sol Levante mi hanno affascinato da sempre! Jurgen era molto curioso ed è rimasto molto colpito da ciò che ha trovato, il viaggio ha superato le sue aspettative!

Avete raggiunto l'importo necessario con la lista nozze?

Fortunatamente si.

Durante il viaggio:

Che tempo avete trovato?

Considerato il periodo abbiamo trovato bel tempo, su 14 giorni ha piovuto solo tre giorni ma moderatamente. Faceva abbastanza freddo, ma ci eravamo organizzati bene!

Qual è l'esperienza più bella che avete vissuto?

Sono state tante le esperienze stupende che abbiamo vissuto, a partire dall’esplorazione di Tokyo e la sua varietà umana (e ristorativa), il trekking a Kamakura e a Nara. Siamo stati per la prima volta in una funivia sulle sorgenti di zolfo, e abbiamo provato le terme (onsen) in un albergo tradizionale giapponese (ryokan) immerso nella natura, ad Hakone.

Tutte le escursioni che abbiamo fatto nelle montagne sacre, visitando i templi buddisti e shintoisti, sono state delle esperienze davvero uniche.

Le strutture alberghiere sono state come ve le aspettavate?

Alcune più di altre, ma in generale ci siamo trovati molto bene. Inoltre il personale delle strutture è sempre stato molto disponibile e cortese.

Che genere di indumenti vi siete portati?

Ci siamo vestiti a “cipolla”, con magliette di cotone, maglioncini e giacconi (ma non troppo pesanti). Camminando e salendo sui mezzi pubblici ci si riscaldava! Alcuni luoghi che abbiamo visitato, soprattutto i luoghi montani, avevano un clima più freddo e a volte più umido, a Takayama ho dovuto comprare un cappello e una sciarpa di lana!

Avete apprezzato la cucina locale?

Abbiamo mangiato continuamente! A quanto pare i giapponesi somigliano agli italiani quando si parla di buona tavola. Ci sono ristorantini ad ogni angolo, tante bancarelle con cibo di strada nelle strade intorno ai templi e nei parchi. Noi amiamo provare la cucina etnica, sapevamo che avremmo gradito quella giapponese ma non immaginavamo che ci sarebbe piaciuta così tanto! Volevamo provare tutto, ma purtroppo la loro cucina è così varia che 14 giorni non bastavano!

Avete avuto difficoltà dovute alla lingua e in quale lingua parlavate?

Prima di partire avevo fatto un corso di giapponese di base, quindi sapevo cavarmela nelle situazioni “classiche” da turista. Però abbiamo parlato soprattutto in inglese, nelle grandi città era più facile farsi capire (ad esempio a Tokyo e ad Osaka), nelle cittadine montane un po’ meno. Ma non è mai stato un grosso problema!

Avete avuto bisogno di contattare l'agenzia per qualche problema?

Si, abbiamo contattato Lisa per spostare l’orario del bus che avrebbe dovuto portarci a Kanazawa passando da Shirakawa-go, l’orario non si coinciliava bene con la sosta che volevamo fare nel villaggio storico. Lisa ha risolto e arrivati in albergo a Takayama abbiamo trovato i nuovi biglietti.

Dopo il viaggio:

Consigliereste questo viaggio ad altri sposi?

Ci avevano avvertito: vi innamorerete del Giappone e vorrete tornarci il prima possibile.

In effetti avevano ragione, adesso abbiamo il “mal di Giappone”! Lo consigliamo assolutamente, sia che vogliate visitare le grandi metropoli, sia che vogliate immergervi nei luoghi sacri e mistici.

Tornaste indietro, scegliereste di nuovo questo viaggio per la vostra luna di miele?

Assolutamente si.

Credete di avere in futuro un'altra occasione per ripetere questo viaggio? Perché?

Ci sono ancora moltissimi posti che vale la pena di visitare, anche Tokyo andrebbe vista con più calma, abbiamo fatto solo una toccata e fuga di 3 giorni. Scherzando ci diciamo spesso che ritorneremo in Giappone per visitarlo con calma tra una quindicina di anni. In realtà, io vorrei andare anche prima!

2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti